Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni
(E. Roosevelt)

La nostra Trapani ha bisogno di prendere coscienza delle grandi potenzialità di cui dispone, di realizzare una visione positiva del proprio futuro, di credere possibile il materializzarsi dei sogni di una città bella.

Viviamo in un sogno fatto di bellezza, cultura, natura, clima e tradizioni, ma non sempre abbiamo coscienza di ciò.

Si vuole far credere che si possa sognare guardando al passato ma ciò non è possibile.

Il nostro Programma è l’immagine della città che vogliamo costruire: esso è in fase di elaborazione perché l’unico progetto politico che riusciamo a immaginare è quello della condivisione delle idee, mettendo insieme le criticità e le opportunità che la nostra città offre.

La mia esperienza professionale e politica mi ha insegnato ad ascoltare, studiare il territorio e comprendere le esigenze di chi lo vive, prima di ipotizzare progetti e soluzioni: le risposte ai cittadini non possono essere preconfezionate.

In questa sezione troverete le diverse aree tematiche su cui io e il mio Staff stiamo lavorando, in concerto con i tanti cittadini che ci hanno fatto dono della loro partecipazione attiva.

Potete visitare periodicamente la pagina per aggiornarvi sulle idee emerse e/o partecipare attivamente alla stesura del progetto:

  • Organizziamo eventi tematici per discutere di problemi della città insieme ai professionisti, come le Giornate delle Idee, o incontri destinati a gruppi di persone con interessi comuni, come le Associazioni o abitanti di un quartiere specifico.
  • Ascoltiamo ogni idea che ci viene presentata personalmente presso l’Officina delle Idee, sita in via San Giovanni Bosco 17.
  • Leggiamo ogni idea che viene affissa al Pannello dell’Officina, anche in forma anonima.
  • Riceviamo idee via mail a info@pierosavonasindaco.it

 

 

  • Destinare i centri sociali Nino Via e Salina Grande alle Associazioni che operano nel sociale (es. Autismo, ADHD e DSA…).
  • Assegnare una struttura alla comunità “Dopo di Noi”.
  • Potenziare scuole materne ed asili nido comunali.
  • Spazi di socializzazione, accessibili a tutti, destinati ad attività culturali/musicali/di lettura o di pratica sportiva.
  • Centri per il supporto alla formazione e all’animazione scolastica permanente (fondi europei sostegno scolastico).
  • Progetti contro il disagio sociale e la dispersione scolastica (fondi europei area della prevenzione)
  • Progetto Abreu all’interno del Conservatorio Scontrino, per offrire modelli di vita positivi ai ragazzi dei quartieri a rischio.
  • Eliminare le barriere architettoniche e rendere realmente accessibili gli uffici, le scuole, le vie, le spiagge e i luoghi di socializzazione della città. Prevedere anche giochi per bambini disabili nei parchi della città.
  • Affrontare l’emergenza abitativa dovuta ad esecuzioni forzose degli sfratti o per genitori separati in difficoltà.
  • Attivare politiche concrete di Lotta alla Povertà.
  • Economia circolare e pratiche anti spreco. Attivare pratiche di last minute market per la redistribuzione di prodotti alimentari non commercializzabili in favore di mense e comunità alloggio.
  • Approvare il Regolamento sui Beni Comuni e sulla gestione degli stessi.
  • Istituire una Banca del Tempo per lo scambio di servizi e mutua assistenza tra privati.
  • Rete wi-fi gratuita nei quartieri popolari.
  • Rendere efficiente la Consulta del Terzo Settore.
  • Adottare i principi del bilancio partecipato.


Il Comune casa di vetro, avviare una penetrante azione educativa nelle scuole con testimonianze credibili. Non ci gireremo dall’altra parte in nessuna occasione perché la mafia non ammette distrazioni.

CREAZIONE DI UN PIANO STRATEGICO TURISTICO E DI UN UFFICIO MARKETING PER LE POLITICHE TURISTICHE
affidato a un professionista esterno, con il compito di costruire strumenti di promozione turistica e di coordinarne l’utilizzo: Sportelli online per turisti e addetti al settore – Attività di promozione del territorio – Calendario annuale di eventi e appuntamenti – Certificazioni di qualità per gli operatori virtuosi – Corsi di inglese basico per negozianti/ristoratori/operatori – Monitoraggio costante dei servizi utili al miglioramento del flusso turistico in città.

Una città che vede nel turismo la sua prospettiva, deve predisporsi all’accoglienza con professionalità e razionalità.

  • Authority per il turismo composta da professionisti locali, che affianchino l’amministrazione nelle scelte.
  • Utilizzo efficiente della tassa di soggiorno: investimenti solo per finalità di promozione turistica.
  • Ufficio di informazione turistica “smart”, in linea con le maggiori città turistiche – punto di riferimento provinciale di informazione.

RISERVA DELLE SALINE

  • Recupero di antichi canali navigabili e ripristino di imbarcazioni locali “schifazzi”, ristrutturazione degli antichi mulini abbandonati e realizzazione di postazioni di bird watching.
  • Linea bus per la fruizione della Riserva.

LITORANEA E SPIAGGE 

Riqualificazione urbana delle zone turistiche degradate e delle 10 spiagge del territorio, da San Giuliano a Marausa.

  • Realizzazione di parchi, luoghi di interesse e servizi:  con attenzione ai portatori di handicap, agli animali domestici e alla pratica di sport acquatici.
  • Riconversione in chiave turistica di aree o immobili comunali della Litoranea D. Aligheri (ad esempio il mercato del contadino e l’isola ecologica come zone di servizi, di divertimento o di accoglienza).
  • Adesione di almeno una spiaggia del comune al Programma Internazionale “Bandiera Blu” .

 

ASSOCIAZIONI CULTURALI

  • Creazione di una Casa delle Associazioni.
  • Creazione di un albo delle Associazioni per l’assegnazione di beni comuni.
  • Consentire alle Associazioni Culturali di affiancare e sostenere l’azione culturale del Comune.

MUSEI E TRADIZIONE

  • Creazione del Museo del mare e della pesca e delle attività marinare – dove ospitare la nave romana.
  • Creazione del Museo di Storia Contadina e del Sale, da realizzare in una delle Frazioni della città.
  • Creazione del Museo dei Gruppi Sacri dei Misteri di Trapani, come percorso sulla centenaria tradizione.
  • Coordinamento di tutti i poli museali e creazione di itinerari di varia natura, es. enogastronomico – museale – religioso – artigianale.

APERTURA TEATRO/AUDITORIUM SCONTRINO E ALTRI LUOGHI DI CULTURA

A 18 anni dalla costruzione del Teatro, si può dare alla città uno strumento di diffusione culturale, completando l’immobile con un modesto investimento.

Altri luoghi disponibili all’arte, musica, teatro, associazionismo saranno: la Casina delle Palme – il Bastione dell’Impossibile – il Complesso S. Domenico e le tante zone scenograficamente impareggiabili della città, es. Torre di Ligny, Largo delle Sirene, piazze.

  • Apertura ai cittadini senza vincoli delle Ville Comunali, Margherita e Pepoli.

EVENTI

Realizzazione di eventi, da rendere periodici, anche con il coinvolgimento di privati cui mettere a disposizione i luoghi della città: 100 Artisti per la Pace (evento internazionale); Meeting delle Scuole di Danza (evento nazionale); Manifestazioni di Arte Gastronomica Trapanese (evento internazionale).

  • Utilizzare le naturali scadenze per iniziative a tema – Natale, Pasqua, Carnevale – quali momenti di attrazione e coinvolgimento cittadino.
  • Realizzare 4 notti bianche a tema, con diffusione nazionale.
  • Coinvolgere le risorse del territorio quali il Conservatorio Musicale, il Liceo Artistico, l’Istituto Alberghiero e l’Accademia Kandinskij per la realizzazione delle manifestazioni.

 

  • Linea pubblica urbana efficiente e garantita 365 giorni l’anno.
  • Pista ciclabile urbana.
  • Riduzione delle strisce blu nel rispetto del rapporto con i parcheggi liberi nelle vicinanze.
  • Migliore utilizzo parcheggi pubblici e più sicurezza: Piazza Vittorio – Piazzale Giovanni Paolo II – via Trento – via degli Stabilimenti collegati con mezzi pubblici, con servizio di videosorveglianza notturna e con personale specializzato diurno.
  • Postazioni di Car/Bike Sharing collocate in ogni parcheggio pubblico.
  • Apertura ulteriore passaggio a livello sulla via Vespri.
  • Rifacimento razionale di piazza Martiri d’Ungheria.

 

L’AGRICOLTURA, LA PESCA E L’ARTIGIANATO COME ATTIVITA’ ECONOMICHE DA PROMUOVERE E PATRIMONIO CULTURALE DA TUTELARE

  • Creare un’area espositiva con polmone verde nella zona di ingresso alla città di via Libica, oggi di proprietà IRSAP.
  • Destinare un’area per spettacoli itineranti (es.giostre/circo).
  • Realizzare il Centro Protezione Civile Regionale a Milo
  • Servizio raccolta scarti di potatura e trasformazione in prodotto economicamente valido: risparmio per gli imprenditori ed entrata per le casse comunali.
  • Realizzazione di un osservatorio locale, che incentivi gli accordi di filiera e stimoli la vendita diretta – evitando il cartello dei grossisti.
  • Revisione del Piano Paesaggistico, attualmente non idoneo rispetto allo stato di fatto delle nostre campagne e delle nostre coltivazioni tipiche.
  • Revisione dell’aliquota IMU per terreni agricoli.
  • Necessità di ufficio destinato al supporto/dialogo coi comparti agricolo e ittico.
  • Dignità al lavoro dei pescatori fornendo servizi comunali adeguati (servizi al porto peschereccio e al mercato del pesce funzionali alle specificità del settore).
  • Agevolare le iniziative che stimolino il turismo legato alle attività caratteristiche del territorio.
  • Riqualificare in ottica commerciale/promozionale il Borgo Bassi, attualmente abbandonato.
  • Comune come supporto e porta voce delle esigenze locali presso lo Stato, la Regione e l’Unione Europea per difendere, insieme, le tradizioni e le tipicità territoriali.

OPPORTUNITA’ PER I GIOVANI

  • Potenziamento dell’offerta universitaria e sinergia con le imprese locali (politiche di primo impiego e stage formativi).
  • Spazi di co-working (uffici condivisi) destinati a chi vuole avviare un’attività in proprio per riaprire locali sfitti e/o abbandonati.
  • Attivare uno Sportello Europa per sostenere e guidare chi desidera partecipare a Bandi Europei o a progetti comunitari.
  • Agevolare scambi di lavoro, culturali e turistici giovanili mettendo a disposizione spazi ricettivi.
  • Offrire gratuitamente a giovani e adolescenti spazi pubblici dedicati all’incontro, al confronto, alla musica e all’intrattenimento.

 

OLTRE I CONFINI PER LA GESTIONE DEI SERVIZI: TRAPANI/ERICE/PACECO/MARSALA

  • Gestione rifiuti, Trasporto pubblico, Cimitero e Canile/Gattile devono essere ripensati per migliorare il servizio e garantire uguale trattamento ai cittadini dei comuni interessati.
  • Confronto e democrazia popolare per il definitivo riassetto dei confini, occorre porre fine ad artificiose divisioni create dalla politica.

CIMITERO

  • Revisione del regolamento comunale in merito al periodo di concessione dei loculi (da 80 a 25 anni).
  • Realizzazione di un forno per la cremazione volontaria dei defunti, che risponda alle tante richieste dei cittadini.
  • Affidamento della gestione a concessionari, con attenta supervisione comunale sulla qualità del servizio offerto.
  • Manutenzione straordinaria, interna ed esterna, per ridare dignità al luogo.
  • Informatizzazione del cimitero.

PERIFERIE E FRAZIONI

  • Istituzione di un Assessorato per le Frazioni;
  • Decentramento amministrativo: creazione di uffici in una delle frazioni con personale del luogo.
  • Progetto di una rete fognaria per gruppi di Frazioni e completamento di Villa Rosina.
  • Restituire ai cittadini il Centro di Salinagrande per usi compatibili alle necessità degli abitanti.
  • Creazione di Centri di Aggregazione per tutte le fasce di età.
  • Migliorare i collegamenti interni al territorio.

VIVERE IL TERRITORIO

  • Illuminazione pubblica più sicura ed efficiente.
  • Sgambatoi per quartiere, dove liberare i propri animali in sicurezza.
  • Spiaggia dedicata ai cittadini accompagnati da animali.
  • Investimenti su Car/Bike Sharing, come servizio ai residenti e ai turisti.

URBANISTICA

  • Modifica del Piano Regolatore, con particolare attenzione alla vocazione turistica della città e ai servizi necessari al suo sviluppo.
  • Adozione di un Piano Particolareggiato, per rimuovere inutili restrizioni urbanistiche e dare nuove possibilità economiche – in città come nelle frazioni.
  • Istituzione di un Ufficio di Piano permanente.
  • Istituzione di un Ufficio Sanatorie edilizie, per il tempestivo smaltimento delle pratiche.
  • Riqualificare i punti di accesso alla città oggi particolarmente degradati e/o anonimi per creare senso di appartenenza e di accoglienza.

RISPETTO DEI SOLDI PUBBLICI
37 opere pubbliche abbandonate o non utilizzate saranno restituite ai bisogni della collettività:
Mercato del pesce (Chiazza) – Scuola Buscaino Campo – Bastione dell’Impossibile – Bastione Conca – Palestra via San Francesco di Paola (a fianco Caserma Giannettino) – Teatro/Auditorium di 700 posti (Conservatorio Scontrino) – Campo CONI – Campo sportivo Bonacerami – Lazzaretto – Area Mercato via Cappuccinelli/D. Alighieri – Palestra Lungomare (ex Scuola Cappuccinelli) – Campetti Viale Marche – Villetta Viale Marche – Villetta via Beppe Alfano – complesso ex Macello Comunale – Palazzo Lucatelli – ex Libreria Pons – Casina delle Palme – Fontana Saturno – Banchina via Amm. Staiti – Campo Aula – Pattinodromo – Centro Sociale Nino Via – Campetto bocciodromo rione Cappuccinelli – Borgo Fazio – Scuola via Lombardo – Scuola Locogrande – Nuovo Mercato del Pesce – Borgo Bassi – ex Tribunale via Roma – ex Liceo Classico.

 

OTTIMIZZARE IL PATRIMONIO IMMOBILIARE

  • Ristrutturare, usare, dare in gestione o vendere gli immobili improduttivi a carico del comune senza pregio storico, con particolare attenzione a quelli lungo la Litoranea D. Alighieri.
  • Valutazione degli immobili in affitto, confronto con le proprietà inutilizzate e attuazione di procedimenti volti all’eliminazione degli sprechi.

 

UFFICI PUBBLICI

  • Risposta certa ai procedimenti nel rispetto dei tempi di legge.
  • Delocalizzare al di fuori della ZTL gli uffici.
  • Ufficio segnalazioni per la piccola manutenzione urbana.
  • Delocalizzazione autobus presso il Terminal City.
  • Coinvolgimento dei cittadini nelle scelte amministrative, tramite una piattaforma web dedicata.

 

  • Cura del verde e dell’arredo urbano per una sana e virtuosa integrazione uomo/ambiente.
  • Previsione di assunzione di figure specialistiche in materia (agronomi, architetti, giardinieri).
  • Abolire la pratica nociva della capitozzatura degli alberi.
  • Nuove aree da affidare e destinare a Orti Urbani.
  • Adozione di un nuovo Regolamento comunale sul Verde Urbano, secondo la legge 10/2013, con rimboschimento di aree pubbliche destinate al verde.
  • Ripristinare le aree verdi negli spazi annessi a scuole e asili.
  • Progetto una macchina=un albero, mai più parcheggi come distese di asfalto.
  • Economia circolare e pratiche anti spreco in vari settori produttivi: Raccolta degli scarti di potatura e di quelli di spremitura di olio e vino per la vendita e/o la produzione di energia – Protocollo d’intesa coi Mercatini dell’usato per il riutilizzo dei beni, la riduzione di CO2 e un concreto risparmio sulle tasse dei cittadini virtuosi.

RACCOLTA DIFFERENZIATA RIFIUTI=RISPARMIO DEI CITTADINI, 160 €. A FAMIGLIA PER ANNO

Per la scelta di non fare la differenziata, malgrado la legge 152/06 lo imponesse dal 2006, i cittadini pagano:

  • Una pesante sanzione;
  • le spese per il trattamento del percolato in discarica;
  • il costo dei rifiuti lasciati nei contenitori da cittadini di altri comuni;
  • 3 milioni di € di costi inutili a carico dei Trapanesi.

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO = INDOTTO PER IL TERRITORIO E RISPARMIO PER L’AMMINISTRAZIONE

  • Per non aver presentato il PAES a Bruxelles, la città ha perso per anni l’occasione di sviluppare progetti di efficientamento energetico a costo zero e ha indebolito un comparto produttivo che altrove crea posti di lavoro.
  • Per non aver reso efficiente la figura dell’Energy Manager, negli ultimi 10 anni non abbiamo registrato risparmi sui costi di gestione del comune (es. comune Messina con milioni di €/anno risparmiati).

  • Garantire parità di genere nella Giunta Comunale.
  • Sostegno a progetti contro la violenza sulle donne, il bullismo e la discriminazione in genere.
  • Ripensare gli orari e le modalità dei servizi per l’infanzia, per incentivare il lavoro femminile e la qualità della vita delle famiglie.

 

  • Realizzare la Cittadella dello Sport nella zona del Palailio e della piscina scoperta: con più impianti, foresteria e spazi verdi aperti dedicati alle famiglie con bambini.
  • Piano per la manutenzione delle strutture e delle aree dedicate allo sport: pulizia, fruibilità e sicurezza come princìpi.
  • Attrazione di fondi europei e investimenti privati per recupero delle strutture sportive incomplete o abbandonate.
  • Incentivi alle associazioni per favorire la pratica sportiva come attività socializzante ed educativa.
  • Lo sport professionistico come risorsa economica e culturale della città: supporto e sostegno alle società sportive locali.
  • Ospitare manifestazioni e squadre di livello nazionale ed internazionale.

 

  • Istituzione della giornata dei TRAPANESI LONTANI, con eventi e testimonianze che creino un interscambio tra chi ha scelto di partire e chi ha scelto di restare.
  • Progetti per costruire un collegamento costante con i Trapanesi lontani.

 

FINANZIABILITA’ DELLE IDEE

  • Supporto agli investitori: Guida ai Bandi, Amministrazione semplificata e risposte in tempi certi.
  • Sponsorizzazioni private per iniziative di recupero di immobili di pregio.
  • Coordinare e sollecitare ogni ufficio interno all’amministrazione per la fattiva attrazione di fondi pubblici.
  • Lotta agli sprechi e attuazione di concrete politiche di risparmio.